Azienda

Esperienza

38 anni di esperienza 'sul campo', ripercorsi nelle tappe chiave e nei modelli di punta che hanno portato il marchio Pomac a una posizione leader di mercato nel settore delle macchine per la raccolta dei pomodori e in quelli collegati. Una lettura avvincente accompagnata da suggestive immagini.

1981 - Primissima agevolatrice trainata per la raccolta del pomodoro, al lavoro sul campo nel lontano 1981. Ideata e progettata su richiesta di una famiglia di agricoltori, allo scopo di avvantaggiare e accelerare il procedimento di raccolta. Dopo essere state tagliate manualmente, le piante sono caricate sulla raccoglitrice, con un considerevole risparmio di tempo, energie e manodopera.

1982-1983 - Il primo modello di agevolatrice trainata viene perfezionato, aggiungendo una piattaforma per la selezione manuale del pomodoro e un impianto di ventilazione, che incrementano enormemente la qualità e la  pulizia del pomodoro raccolto. Una macchina completamente meccanica, distintasi per le sue grandi doti di robustezza e affidabilità. Continua a essere costruita fino al 1984 in oltre 300 unità.

Il marchio Pomac desta un preoccupatissimo interesse nella concorrenza, che adatta un esemplare di raccoglitrice Pomac ai propri colori aziendali, dopo averlo acquistato indirettamente.

1984 - Viene introdotto sulle macchine il nastro raccoglitore con  pick-up: un'importante innnovazione tecnica, la cui funzione è quella di ottimizzare il trasporto delle piante dal terreno alla macchina. Si tratta
di un passo fondamentale verso l'automazione totale del processo di raccolta del pomodoro.

1984 - La prima macchina completamente idraulica di grandi dimensioni. I punti di forza sono la testata di raccolta completamente automatica che include il taglio delle piante e l'innovativo sistema di movimentazione del pomodoro, ottenuto introducendo un grande spazio per la selezione manuale dello stesso nella parte superiore della macchina.

Le elevate potenzialità di raccolta decretano il successo di questo modello.

1985 - Mantenute le classiche doti di robustezza e affidabilità dei suoi predecessori, grazie al comando completamente oleodinamico questo modello di trainata si è dimostrato leggero e agile anche sui terreni più ostici, garantendo elevatissime potenzialità di lavoro. La testata è dotata di raccolta automatica oppure, in alternativa, dell'ormai 'famoso' pick-up con pretaglio della pianta.

Con questa macchina la ditta Pomac ha  letteralmente conquistato i terreni  d'Italia, Spagna, Ungheria e dell'allora U.R.S.S. e Cecoslovacchia. La produzione di questo modello continua  fino al 1989 con un record di vendita di oltre 400 esemplari. Da notare che su queste macchine è stato introdotto per la prima volta il sistema di scuotitori a cinghie alternative, che ha contribuito ad elevare la produttività e la qualità di raccolta a nuovi vertici di eccellenza. All'inizio del decennio successivo, questa macchina è stata ulteriormente perfezionata, montando le prime cernite elettroniche per la selezione automatica del prodotto; e' ancora funzionante nei campi, in un adattamento specifico per la raccolta della cipolla.

1987 - E' l'anno della prima raccoglitrice semovente. Dotata di un potente motore marcato VM montato lateralmente, dei collaudatissimi scuotitori 'a cavallo' e della poliedrica trazione anteriore con asse posteriore sterzante.

 

Il modello successivo viene equipaggiato con gli scuotitori alternativi, raggiungendo il centinaio di esemplari prodotti fino al 1990.

1988 - Modello speciale di macchina trainata di piccole dimensioni, adeguata alle semine del pomodoro con interasse di circa 1 metro.

1990 - Questa macchina semovente di grandi dimensioni è tecnicamente molto avanzata. Ospita facilmente la cernita elettronica nella parte posteriore e ha montati gli scuotitori alternativi e la testata 'a dita mobili'. La possibilità di movimentare lateralmente il corpo macchina rispetto all'asse centrale, unita alla presenza di 4 ruote motrici a sterzatura indipendente e al motore potente e affidabile, rendono agevole la raccolta in qualsiasi condizione.

Semplicemente inarrestabile. Rimarrà in produzione fino al 1993.

1991 - Il nuovo decennio è lo scenario in cui la svolta tecnologica introdotta dalla cernita elettronica rivoluziona il mondo della raccolta del pomodoro. Pomac naviga sospinta dal vento dell'innovazione e applica l'esperienza acquisita alle nuove esigenze di mercato: dalla mente dell'Ing. Squarzola nasce la Società S.T.E.I., con l'unico obiettivo di costruire le cernite elettroniche montate esclusivamente sulle macchine Pomac.

1993 -  Il modello di macchina raccoglitrice semovente soprannominato 'COSMINA' è più piccolo delle 'sorelle maggiori' di casa Pomac. Monta lateralmente la cernita elettronica S.T.E.I. ed è leggero e semplice nella meccanica. Il prezzo di vendita è contenuto. Il grande successo di questo primo modello è stato fondamentale per lo sviluppo delle macchine successive.

1994 - Costruito in oltre 350 esemplari, con il nuovo modello di macchina semovente 'COSMO' la ditta POMAC ha lasciato un'impronta incancellabile sulla meccanizzazione del pomodoro in Italia e all'estero. Sviluppando le soluzioni tecniche già collaudate sulle progenitrici 'COSMINE', le nuove nate saranno la piattaforma ideale per l'applicazione dei progressi meccanici e tecnologici degli anni successivi.

Le 'COSMO' possono montare anche la doppia selezionatrice a 30 oppure a 40 canali e a partire dal 1997 ospiteranno l'innovativo scuotitore a raggi vibranti. Modello costruito fino al 2000.

1999 - Forte della collaudata efficienza delle proprie selezionatrici elettroniche, l'azienda S.T.E.I. lancia sul mercato il nuovo modello Plus Color. L'apporto tecnologico innovativo lo rende più preciso e veloce rispetto alle versioni precedenti, migliorandone l'efficacia delle prestazioni.

 

2000 - Nasce la raccoglitrice semovente equipaggiata con selettori da 35 canali. In essa si concretizzano soluzioni tecniche moderne e originali, ispirate dalle esigenze di produzione e dall'esperienza accumulata. L'affidabilità e la capacità produttiva sono i suoi punti di forza, esaltati da un potente motore marcato IVECO da 160 CV e dalla selezionatrice elettronica in sagoma (singola o doppia).

La nuova nata viene esportata in tutto il mondo fino all'anno 2004.

 2002  - Il modello di raccoglitrice semovente 'Estrema' risponde perfettamente alle esigenze del mercato spagnolo per cui è concepita. Speciale testata a dischi, MOT laterale a 30 canali e doppia selezionatrice elettronica a 35 canali: si dimostra veloce e ineccepibile nella raccolta del pomodoro sui proibitivi terreni della Spagna.

2004 - Dopo tre anni di sperimentazione l'azienda S.T.E.I. produce la terza generazione di selezionatrice elettronica: il modello 'Genius' è il risultato del forte impulso tecnologico che Pomac ha rivolto al raggiungimento di livelli qualitativi e quantitativi di produttivitaà impensabili fino a pochi anni prima.

Le nuove selezionatrici elettroniche diventano un tratto distintivo di qualità e incrementano il successo delle raccoglitrici Pomac; anche i costruttori concorrenti preferiscono integrare queste selezionatrici sulle loro macchine.

2004 - POMAC lancia sul mercato 3 nuovi modelli di raccoglitrici
semoventi:

COSMO SUPER, con selettori a 35 canali
COSMO MEGA, con selettori a 40 canali
COSMO GIGA, con selettori a 45 canali

Il rinnovamento della gamma, da una lato conferma la tradizionale affidabilità delle raccoglitrici Pomac, dall'altro ne estremizza la produttività: il modello GIGA raggiunge un vertice di raccolta di 50 tonnellate orarie. In fase di progettazione, si è svolto un attento lavoro di prevenzione dell'usura di ogni singolo componente, consentendo di abbattere i costi di mantenimento della macchina. 

2007 -Il modello di cernita elettronica a 40 canali esce di produzione: la gamma si concentra sui modelli equipaggiati con cernite da 35 e 45 canali, che gettano le basi del vertice costruttivo Pomac per affidabilità e competitività.

2009 - Pomac ha testa con successo i modelli EVOLUTION, concepiti per soddisfare le esigenze di raccolta che prevedono file di piante binate distanti 50 o 80 centimetri; le nuove macchine sono il frutto della tradizionale avanguardia tecnica del marchio Pomac.

2012-2015 - Lo stabilimento è gravemente danneggiato dal sisma. Lo staff Pomac non si arrende: la produzione si sposta e non si ferma.

2016 - La società Mark One continua la tradizione del marchio Pomac.

2018 - Il marchio Pomac ritorna all’Eima.

logo_pomac_bottom.png
A Corso Italia, 648 - Mirabello 44047 Terre del Reno (FE) ITALYE     info@pomac.itPh   +39-3484768015

Follow Us

logo_markone_bottom.png

Gli unici ricambi originali per macchine Pomac

Copyright © 2018 Mark One srl.

Search

+39 3484768015Mirabello 44047 Terre del Reno (FE)
Italy